Forare e fresare in spazi ristretti

Entrare verticalmente nel materiale (foratura), fresare una scanalatura nel pieno e concludere l’operazione di fresatura con una finitura. Con CrazyMill Cool P&S, Mikron Tool SA Agno propone una fresa a tuffo in metallo duro e a tre denti in grado di effettuare tutte queste operazioni.

di Elisabetta Brendano

Per le sue caratteristiche prestazionali, CrazyMill Cool P&S è particolarmente apprezzata da coloro che devono effettuare fresature di scanalature o tasche in spazi ristretti. Un’applicazione tipica di questo tipo di utensile è la fresatura di cave per chiavette che si possono trovare negli alberi di trasmissione.
Punte e frese hanno caratteristiche molto differenti tra loro. Unire i punti di forza dei due in un unico utensile è molto impegnativo, soprattutto quando si tratta di piccoli diametri e si pretende di raggiungere l’obiettivo con efficienza, sicurezza di processo e precisione. Per rispondere a tali richieste, Mikron Tool ha sviluppato questa nuova fresa a tuffo in metallo duro e a tre denti.
La speciale geometria dei taglienti rende possibile un’entrata a tuffo verticale (foratura) assicurando sicurezza di processo e assenza di vibrazioni. Una correzione al centro stabilizza il tagliente centrale e riduce la forza d’entrata. Lo speciale “canale per truciolo” nella testa della fresa permette di raccogliere i trucioli durante il processo di “foratura” e di condurli lateralmente nelle gole allargate e di evacuarli quindi in maniera ottimale. Gli angoli di gola e la spoglia inferiore adattati, come anche gli angoli di taglio stabili impediscono l’aggancio laterale e quindi la rottura dei taglienti a causa delle vibrazioni che rappresentano la maggiore difficoltà nella “foratura” con una fresa.

Una vita media superiore
Come nel caso delle altre frese della famiglia CrazyMill Cool (a due e quattro denti), anche in questo utensile i canali di lubrificazione sono integrati nel gambo. I canali conducono il refrigerante direttamente sui taglienti, garantendo così in ogni posizione un raffreddamento costante e mirato dei taglienti e impedendo il loro surriscaldamento e la loro rottura anche in presenza di elevate velocità di taglio e avanzamento. Inoltre, i trucioli vengono evacuati continuamente dalla zona di fresatura risolvendo così uno dei problemi più comuni nella fresatura in spazi stretti o tortuosi con raffreddamento esterno. Fattori come geometria e raffreddamento, abbinati a un rivestimento resistente al calore e all’usura e impiegando un metallo duro micrograna, sono in grado di assicurare elevate prestazioni. Commentando le peculiarità del nuovo utensile, Markus Schnyder (Presidente di Mikron Tool International) ha evidenziato soprattutto l’alto volume di asportazione dei trucioli, che si ottiene grazie alle velocità di taglio e avanzamento e a una profondità di passata (avanzamento assiale) di 1xD. Secondo Markus Schnyder, la vita media del nuovo utensile è nettamente superiore e – in generale – è come minimo il doppio rispetto a quella di altre frese disponibili oggi sul mercato. Questo aspetto è piuttosto evidente in presenza di piccoli diametri e nella lavorazione di acciai inossidabili o del titanio. Una caratteristica particolarmente importante per assicurare alta qualità superficiale è il raffreddamento integrato, che permette di evacuare continuamente i trucioli dalla zona di fresatura. Così facendo, si impedisce la ripetuta rottura degli utensili e di conseguenza si riduce la possibilità di ledere la superficie del pezzo lavorato.

I criteri per scegliere il giusto utensile
Nel momento in cui si sceglie una fresa vanno necessariamente rispettati alcuni criteri in modo da raggiungere il risultato richiesto. Ad esempio, nel produrre una sede per chiavette si deve considerare una lavorazione di finitura, pertanto il diametro dell’utensile dev’essere selezionato adeguatamente. In generale, Mikron Tool raccomanda a chi utilizza i propri utensili di attenersi alle linee guida per quanto riguarda i parametri di taglio raccomandati e il processo di foratura e di fresatura. Facciamo un esempio concreto. Con la nuova CrazyMill Cool P&S può essere fresata una cava per chiavette dalla A alla Z. Nel primo passo, la fresa (con diametro 2 mm) entra verticalmente nel materiale, direttamente fino a una profondità di 1xD, con una velocità di taglio di 120 m/min e con un avanzamento di 0,002 mm per giro e dente. A questo punto l’utensile fresa la scanalatura nel pieno, mantenendo la profondità di passata di 1xD e aumentando la velocità di taglio a 200 m/min e l’avanzamento a 0,007 mm/dente. In fase di finitura vengono realizzate le dimensioni definitive in scanalatura riuscendo ad assicurare la qualità superficiale richiesta. Di serie, CrazyMill Cool P&S è disponibile nei diametri da 1 a 6 mm e per profondità di fresatura massima di 2,5xD. Tutte le frese hanno un rivestimento di alte prestazioni e nel loro gambo sono dotate di canali di lubrificazione, da un minimo di 3 fino a un massimo di 5 canali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.