Soluzioni in grado di ottimizzare i processi

Durante l’edizione di quest’anno della BI-MU, Mitsubishi Electric ha presentato sia la famiglia di controlli numerici C80 (ultima nata della serie 8) sia (in anteprima per l’Italia) il nuovo software NC Visualizer,
in grado di visualizzare e monitorare gli stati macchina e gli allarmi in modo semplice e intuitivo.

di Elisabetta Brendano

Aria di novità in casa Mitsubishi Electric. Durante la 31esima edizione della BI-MU, l’azienda ha presentato la famiglia di controlli numerici C80, ultima nata della generazione 8, destinata ad aumentare la produttività, la facilità di utilizzo, la connettività, la sicurezza funzionale e l’affidabilità delle linee di produzione. La compatibilità con la piattaforma di automazione iQ-R assicura una grande interconnessione e la possibilità di gestire i dati in modo da effettuare analisi dettagliate dei parametri operativi di produzione, del consumo energetico e della sicurezza, registrando al tempo stesso un aumento in termini di efficienza e disponibilità dei sistemi di produzione. Configurabile con un massimo di 3 CPU, la serie C80 supporta 21 canali e 48 assi rendendo possibile controllare macchine di una certa complessità.

Velocità superiori e più produttività
Come per i modelli M80 e M800, anche i nuovi controlli numerici C80 impiegano una CPU appositamente sviluppata per l’impiego nel campo dei CNC, capace di garantire un aumento significativo delle prestazioni. Questo tipo di CPU assicura infatti velocità superiori rispetto allo standard e un incremento della produttività, riducendo al contempo il numero dei componenti aggiuntivi da utilizzare in diverse applicazioni. Ciò si traduce in una considerevole riduzione di eventuali guasti, in un abbattimento dei costi e in un reale aumento delle prestazioni. La serie C80 assicura inoltre cicli di durata inferiori, anche grazie al miglioramento della velocità di controllo di servomotori e mandrini, alla comunicazione ad alta velocità tra CNC e PLC e alla maggiore capacità di comunicazione con gli azionamenti. Il dispositivo è dotato di sistemi di connessione basati sul protocollo CC-Link IE Field, che oltre ad assicurare maggiore flessibilità e facilità d’integrazione in un ambiente di fabbrica più ampio, può contare su una tecnologia Industrial Ethernet a un Gigabit. Grazie alla sua velocità di trasmissione, CC-Link IE Field è la rete più idonea a supportare le esigenze in ambito Industry 4.0 in termini di trasferimento di grandi quantità di dati in tempo reale. A livello produttivo, il nuovo CNC è in grado di soddisfare anche le esigenze delle lavorazioni più complesse. L’integrazione di funzioni complesse contribuisce ad accrescere ulteriormente la produttività dei nuovi controllori C80. Tra le nuove funzioni ricordiamo, ad esempio, l’interpolazione SSS (Super Smooth Surface 4G) di quarta generazione, che include funzioni per il contenimento dei tempi di ciclo in presenza in simultanea di operazioni di accelerazione/decelerazione e per la riduzione delle vibrazioni in lavorazioni ad alta velocità, inclusi anche la funzione di controllo delle tolleranze, la sovrapposizione dei blocchi di posizionamento in rapido e il controllo OMR-FF (Optimal Machine Response – Feed Forward).

Disponibile una gamma completadi funzioni destinate alla sicurezza
L’interfacciamento uomo-macchina è stato sviluppato da Mitsubishi Electric in un’ottica user friendly: sul display touch screen vengono visualizzate schermate semplici e intuitive anche grazie alla funzione “HELP in linea”.
L’affidabilità è assicurata da un potenziamento delle funzioni finalizzate alla gestione della manutenzione e da una capacità superiore nell’acquisire dati relativi agli allarmi e alla loro cronologia. Grazie all’impiego della nuova unità di azionamento serie MDS-E/EH è possibile monitorare in modo agevole il deterioramento dell’isolamento del motore, mentre attraverso il software viene gestita l’analisi dei dati in tempo reale, così da ottimizzare l’intero processo di produzione. Il software GX Works3, grazie alla sua funzione di diagnostica, abilita il controllo diagnostico della CPU del CNC C80, mentre il software NC Monitor2 permette di monitorare da remoto fino a 10 CNC connessi in rete, anche prevedendo diversi diritti di accesso per migliorare la sicurezza e ridurre il rischio di errori. La gamma completa di funzioni di sicurezza – denominata Smart Safety Observation Function – copre l’intero sistema inclusi CNC, azionamenti, I/O, sensori e device di comunicazione, garantendo una piena conformità con gli standard di safety in vigore. Infine, la serie C80 supporta il backup dei dati e il restore non solo dei parametri e dei programmi del CNC, ma anche dei dati del PLC nella scheda di espansione SD oppure nell’USB del pannello operatore.

Garantito anche un monitoraggio da remoto
Altra novità proposta in anteprima da Mitsubishi Electric durante la BI-MU è il nuovo software NC Visualizer. Oltre a ottimizzare la produttività grazie alla visualizzazione, semplice e intuitiva, degli stati della macchina, il suo utilizzo permette di evidenziare eventuali malfunzionamenti in tempo reale e analizzare nei dettagli l’operatività della macchina a intervalli di tempo predefiniti. Installato su un PC server, il software consente il monitoraggio da remoto anche tramite dispositivi di tipo mobile, garantendo anche su di essi un’interfaccia grafica facile e intuitiva e una grande semplificazione dei processi di monitoraggio e diagnosi.
NC Visualizer si inserisce all’interno dell’ampia piattaforma di tool software che Mitsubishi Electric ha sviluppato nell’ottica di supportare produttori e utilizzatori delle macchine utensili nelle loro attività quotidiane, semplificando in questo modo l’esecuzione di attività complesse e favorendo la gestione completa della produzione.

Tool di design, di settaggio, di training e di gestione
Il primo gruppo di tool comprende tutti gli strumenti necessari nella fase di design del sistema per una progettazione rapida, anche senza particolari competenze informatiche. In funzione delle specifiche esigenze, l’operatore può disporre di soluzioni per ogni fase operativa, a partire dalla selezione dei servomotori, eseguibile con NC Servo Selection semplicemente inserendo le specifiche di macchina e lasciando al programma la scelta dell’alimentatore ottimale, la configurazione dei drive e il calcolo di altri parametri quali i tempi di accelerazione/decelerazione, le velocità e le forze di spinta degli assi. NC Designer2 permette poi la creazione di schermate specifiche, anche comprensive di macro, senza dover necessariamente ricorrere a una programmazione in C++, mentre NC Trainer2 plus è dedicato alla progettazione del sistema nelle fasi di simulazione, scrittura e debugging del programma ladder e nella verifica funzionale delle schermate personalizzate. Anche per le fasi di setup della macchina sono disponibili due tool in grado di velocizzare e semplificare la definizione dei parametri. In particolare, NC Configurator2 permette di impostare i singoli parametri, evitando di seguire le indicazioni di un manuale, semplicemente editando su un PC la configurazione della macchina attraverso un percorso guidato rapido e intuitivo. NC Analyzer2 permette invece di procedere alla regolazione dei parametri servo in modo totalmente automatico, sulla base di caratteristiche macchina rilevate nell’esecuzione di un programma CN o attraverso l’analisi delle vibrazioni. Una volta settati tutti i parametri necessari, l’utente può addestrarsi all’utilizzo della macchina su un PC non collegato al CNC grazie a NC Trainer2 plus. Ciò è possibile simulando il PLC, utilizzando le pagine custom e collegandosi ad altri tool tramite una rete virtuale integrata. Oltre alla formazione degli operatori del CNC, questo applicativo è utile per la creazione e la verifica di programmi di lavorazione utilizzabili poi sui reali controlli. Infine, anche le fasi di operatività quotidiana possono beneficiare di tool dedicati alla gestione interconnessa della fabbrica. NC Explorer permette infatti di trasferire i programmi di lavorazione da un PC a uno o più CNC connessi via Ethernet, favorendo l’integrazione tra produzione, ufficio e una gestione efficace dei setup di più macchine interconnesse in rete. NC Monitor2 permette il monitoraggio remoto dei CNC connessi in rete, offrendo in questo modo la possibilità di definire diversi diritti di accesso nell’ottica di migliorare la sicurezza e ridurre il rischio di errori.