Ottimizzare la produzione di componenti in alluminio con pareti sottili

La fresa per spianatura M5F90 di Sandvik Coromant offre notevoli vantaggi ai costruttori di componenti automotive. Con questo utensile è possibile eseguire la sgrossatura e la finitura in un’unica operazione, garantendo strategie di lavorazione più brevi ed efficienti.

di Francesca Fiore

La fresa per spianatura (con brevetto depositato) M5F90 è stata progettata espressamente da Sandvik Coromant per la lavorazione di componenti automotive in alluminio con pareti sottili senza bave, scalfitture o scheggiature. Si tratta di un utensile “due in uno” dal design innovativo che consente di eseguire la sgrossatura e la finitura in un’unica operazione, garantendo strategie di lavorazione più brevi ed efficienti.
Questo piccolo corpo fresa (25-80 mm) di M5F90 presenta inserti brasati in PCD e, grazie all’applicazione di nuovi processi di produzione, non richiede regolazioni e consente di ottenere avanzamenti elevati senza vibrazioni. Di conseguenza, il potenziale risparmio di tempo e denaro per gli utilizzatori è davvero elevato. Inoltre, grazie a una combinazione di angoli di taglio, forma degli inserti, preparazione dei taglienti e parametri di taglio è possibile evitare scalfitture, bave o rotture sui componenti lavorati.

Sgrossatura e finitura eseguite con un unico utensile
Caratteristica distintiva che identifica la fresa per spianatura M5F90 proposta da Sandvik Coromant è che le operazioni di sgrossatura e finitura vengono eseguite da un unico utensile, permettendo in questo modo di risparmiare sui costi di magazzino. In termini di sgrossatura, l’utensile funziona come una fresa convenzionale, con tutti i taglienti di sgrossatura posizionati allo stesso diametro e alla stessa altezza. M5F90 è in grado di lavorare a una profondità di taglio massima di 4 mm. Per quanto riguarda la finitura, l’utensile presenta taglienti a gradini radiali e assiali. Tale configurazione garantisce una fresatura priva di bave e una finitura superficiale elevata sui componenti in alluminio con pareti sottili, consentendo di adottare un passo stretto per evitare le vibrazioni di taglio. “La flessibilità offerta dalla possibilità di eseguire la sgrossatura e la finitura consente di lavorare diverse posizioni sullo stesso componente utilizzando una sola fresa”, ha commentato Emmanuel David, Global Automotive Product Manager presso Sandvik Coromant. “Inoltre, le prestazioni affidabili e sicure di M5F90 garantiscono una maggiore durata utensile rispetto alle frese con corpo convenzionale.
Questo utensile è anche ecocompatibile, grazie al consumo ridotto di refrigerante”, ha aggiunto Philippe Andre, Global Automotive Application Engineer.
Anche se è principalmente destinata all’esecuzione di operazioni di fresatura di pareti sottili in componenti di alluminio, tra cui scatole del cambio e carter, la fresa per spianatura M5F90 può anche lavorare con grandi impegni per applicazioni in tutto il segmento automotive. M5F90 va a completare l’offerta di frese Sandvik Coromant destinata alla produzione di componenti automotive in alluminio, aggiungendosi alle soluzioni di attrezzamento M5B90, M5C90, CoroMill® Century/590, M5Q90 e M5R90.