Nuova testa a rullare tangenziale

Con la nuova linea di teste a rullare tangenziali EVOline LMT Fette presentata da Sorma a MECSPE la rullatura viene direttamente catapultata nel “cuore” dell’industria 4.0.

La nuova testa tangenziale EVOline Fette è infatti un utensile intelligente, dotato di una tecnologia che gli permette di compiere un’analisi del processo in presa diretta, durante la lavorazione. Grazie a un sensore di misura alloggiato direttamente sul corpo della testa l’utensile raccoglie i dati relativi alle forze e alle pressioni esercitate su di esso. Nel corso della produzione dei primi pezzi, questo sistema definisce la curva standard relativa alla lavorazione in corso. Una volta determinato tale standard, il meccanismo è in grado di riscontrare eventuali futuri scostamenti dalla curva, permettendo quindi di individuare le cause di anomalie o problemi nella lavorazione. Tutte le informazioni immagazzinate dall’utensile possono essere poi trasmesse via bluetooth, tramite l’apposita App, ai tecnici LMT Fette.

Come ogni elemento elettronico, il dispositivo inserito nella EVOline necessita di alimentazione. In quest’ottica, la sensorizzazione dell’utensile è autosufficiente dal punto di vista energetico e non richiede alcuna batteria o altri tipi di alimentazione esterna. Gli ingranaggi interni della testa sono dotati di un elemento brevettato che permette di raccogliere l’energia necessaria al sensore sfruttando la rotazione stessa dei rulli. Il principio è lo stesso della dinamo, quindi niente batterie e, conseguentemente, nessuna necessità di sostituirle.

Altro elemento di particolare interesse che identifica questo tipo di utensili riguarda il processo di produzione delle teste a rullare tangenziali EVOline: i bracci, in acciaio da utensili, e altri componenti, quali le piastre di protezione dal truciolo in plastica, sono stampati con tecnologia additiva di stampa 3D.