L’automazione al servizio di diversi modelli di macchine

HS flex è la sigla che identifica il sistema di handling flessibile sviluppato da Hermle. è configurabile per equipaggiare i centri di lavorazione a cinque assi della Performance Line (C 250 e 400 C), così come i modelli della High Performance Line (da C 12, C 22 e C 32 a C 42).

di Elisabetta Brendano

Con il sistema handling HS flex, Hermle porta avanti il suo impegno quasi ventennale nell’automazione dei propri centri di lavorazione proponendo sul mercato uno strumento potente, compatto ed estremamente versatile. Il nome lascia intuire le sue caratteristiche peculiari: l’acronimo HS sta per Handling System, mentre flex – ovviamente – sta per flessibile.
Il sistema handling HS flex è trasversale su quasi tutta la gamma di prodotti Hermle ed è stato concepito in modo da poter essere adattato ai centri di lavorazione a cinque assi della Performance Line (C 250 e 400 C), così come ai modelli della High Performance Line (da C 12, C 22 e C 32 a C 42).

Un accesso ergonomico ottimale
Il sistema handling HS flex si basa su molteplici componenti e viene fornito e adattato come unità completa. Solo i moduli dei magazzini pallet vengono assemblati e regolati in sito. Poiché tutti i centri di lavorazione di Hermle vengono forniti pre-assemblati, il completamento dell’installazione può avvenire in un tempo molto breve. In questo modo, l’utente è in grado di avviare le lavorazioni in maniera assai rapida.
Il basamento a piattaforma in granito composito sul quale si trovano i tre assi dell’unità handling offre all’operatore un accesso ergonomico ottimale. Le due porte a due ante, che hanno già dimostrato la loro utilità nell’impiego di sistemi robotizzati di Hermle, rivestono una doppia funzione. Durante un cambio pallet, esse bloccano l’accesso all’operatore; durante la lavorazione del pezzo, oltre a dare libero accesso al campo visivo e alla zona di lavoro, bloccano contemporaneamente l’accesso all’unità handling. Gli assi di rotazione, gli assi di sollevamento e gli assi lineari dell’unità handling assicurano un movimento preciso dei pezzi fino a 450 kg, pallet incluso, tra il posto di attrezzaggio, i moduli del magazzino pallet e la zona di lavoro del centro di lavorazione. è possibile gestire pallet fino a 500 x 400 mm. Per ridurre possibili fonti di errore dell’operatore, l’altezza massima del pezzo viene richiesta già presso il posto di attrezzaggio, in modo che non possano essere inseriti pezzi di dimensioni troppo grandi. In ogni caso è presente un sistema di sicurezza ottico per intercettare eventuali altezze eccessive rispetto a quanto dichiarato dall’operatore.

Un elevato grado di personalizzazione dei moduli nella disposizione dei pallet
Una particolare attenzione è stata inoltre rivolta allo sviluppo dei moduli del magazzino pallet. Di serie è previsto un modulo, ma è possibile adattarne un secondo in base alle specifiche esigenze. I moduli – realizzati con design a mensola – hanno un elevato grado di personalizzazione nella disposizione dei pallet. Possono essere ordinati fino a quattro ripiani con un massimo di venti posti per ciascun modulo del magazzino pallet. In tal modo, con l’utilizzo di due moduli del magazzino sono disponibili fino a 40 posti per pallet. Mediante un software specifico sviluppato da Hermle, è possibile verificare in anteprima sia le dimensioni che i pesi consentiti (poiché sono possibili combinazioni con vari modelli di macchina). Il layout del magazzino può così essere impostato in modo facile e veloce. HS flex viene controllato e gestito, come le soluzioni di cambio pallet e i sistemi robotizzati RS 05, mediante l’Automation Control System HACS di Hermle. HACS consente una gestione ordini intelligente, che aiuta l’operatore nei suoi compiti quotidiani in modo intuitivo con un software azionato mediante touch panel. Grazie alla rappresentazione trasparente degli ordini e delle azioni necessarie da parte dell’operatore, i tempi di inattività legati a questioni organizzative vengono ridotti e la produttività dell’impianto viene massimizzata. Insieme all’Information Monitoring System di Hermle HIMS, che mostra lo stato della macchina in tempo reale e che può essere visualizzato su qualsiasi tablet, computer fisso o smartphone, i due strumenti software costituiscono un elemento importante dell’impiego dei centri di lavorazione Hermle in un’ottica di Industria 4.0.