Dalle grandi alle piccole serie con la stessa precisione

Con due rettificatrici cilindriche – i modelli S31 e S33 – Studer (azienda appartenente al gruppo United Grinding) è in grado di soddisfare l’esigenza di flessibilità tipica delle grandi imprese ma anche le richieste di realtà aziendali di dimensioni più ridotte, generalmente impegnate nella produzione di singole unità e di piccole e grandi serie.

di Sara Rota

La rettificatrice cilindrica Studer S31 è in grado di soddisfare le esigenze di maggiore versatilità provenienti generalmente dalle aziende di una certa dimensione. Con il modello S31 è possibile eseguire operazioni di rettifica varie e complesse in modo preciso e affidabile. Questo tipo di macchina permette la lavorazione di pezzi di piccole o grandi dimensioni con distanze tra le punte di 400, 650, 1.000 e 1.600 mm e altezza delle punte di 175 mm per la produzione di pezzi singoli e piccole o grandi serie. Con un asse B ad alta risoluzione di 0.00005°, la testa portamandrino orientabile consente un’efficiente rettifica esterna, interna e in piano con un unico serraggio.
La struttura portante della rettificatrice cilindrica universale è realizzata con basamento in Granitan® S103. Grazie al comportamento termico ottimale di questo tipo di materiale, è possibile garantire un’elevata precisione dimensionale; inoltre, la ghisa minerale compensa efficacemente le oscillazioni termiche. Studer ha ridisegnato la geometria del basamento della macchina, aggiungendo anche un sistema integrato di regolazione della temperatura, per una produzione più rapida e stabile. Il fissaggio del dispositivo di ravvivatura sulla doppia scanalatura a T della slitta longitudinale ha permesso di ridurre la complessità dell’allestimento e della conversione della macchina. Un altro punto di forza che identifica il modello S31 è la presenza di guide StuderGuide® con elementi ammortizzanti in direzione del movimento.

Possibilità di scegliere la testa portamandrino
Il concetto costruttivo che sta alla base della rettificatrice cilindrica universale S31 è il sistema di slitte a T, concepito dalla stessa Studer. In questo modo, la macchina offre una corsa più lunga dell’asse X (370 mm) che consente l’impiego di più tipi di teste portamandrino. È possibile scegliere tra la testa portamandrino a revolver con asse B a regolazione continua o asse B con dentatura Hirth a 1°. La testa portamandrino a revolver può essere dotata di diverse mole. Grazie al software di misurazione delle mole Studer Quick-Set, è possibile ridurre i tempi di conversione fino al 90%. La nuova S31 può rettificare diversi diametri e coni con una sola mola e senza lunghe ravvivature intermedie. Ciò è possibile grazie all’azionamento diretto sull’asse B con una variabilità di posizione <1“.
La rettificatrice cilindrica universale S31 è governata di serie da un CNC Fanuc 0i-TF, che su richiesta può essere sostituito da un controllo Fanuc 31i-B per la lavorazione ad alta velocità. L’unità di comando manuale PCU consente la regolazione della macchina durante il processo di rettifica. Con il rilevamento elettronico del contatto iniziale, si riducono al minimo i tempi morti. Il modello S31 è inoltre automatizzabile grazie all’interfaccia del caricatore standardizzata. Per una programmazione sicura e un utilizzo efficiente della macchina, Studer propone il software StuderWIN, frutto di oltre cent’anni di esperienza maturata dall’azienda nel settore della rettifica. Inoltre, sulla base di pochi dati, StuderTechnology calcola gli esatti parametri di rettifica automaticamente e in pochi secondi.
Ciò permette di ottenere sin da subito una buona qualità e un processo stabile. Ad ampliare le funzionalità della macchina la possibilità di adottare alcuni moduli opzionali integrati, ovvero: StuderForm, StuderThread e StuderContourBasic.

Produzione di singole unità e di piccole o grandi serie
Destinata a soddisfare le esigenze di aziende di dimensioni più ridotte, dove i lotti produttivi sono generalmente composti da piccole quantità, è la rettificatrice cilindrica universale Studer S33. Questo modello di macchina assicura una distanza tra le punte di 400, 650, 1.000 e 1.600 mm, mentre l’altezza delle punte è pari a 175 mm. È indicata per la rettifica di pezzi di piccole, medie o grandi dimensioni, fino a 150 kg di peso, e per la produzione di singole unità e di piccole o grandi serie. La conversione della macchina per il passaggio dalla rettifica tra le punte alla rettifica a sbalzo avviene in tempi particolarmente brevi. Pezzi complessi possono essere rettificati senza problemi con un’unica operazione di serraggio.
Come per il modello precedente, la struttura portante della rettificatrice cilindrica universale S33 è costituita da un basamento in Granitan® S103 e utilizza un sistema di slitte a T, che offre una corsa più lunga dell’asse X (370 mm). Sono disponibili diversi tipi di testa portamandrino.
Il modello S33 esegue agevolmente la rettifica interna, esterna e in piano con una sola operazione di serraggio e offre una lavorazione completa ancora più efficiente. L’asse C con sistema di misurazione diretta o indiretta consente la rettifica di forme e filettature. Per la rettifica di spezzoni, il modello S33 può essere equipaggiato con una testa portapezzo per lavorazioni a sbalzo.
Controllo numerico e software di programmazione sono gli stessi in dotazione con il modello S31.