Soluzioni flessibili per le officine e le sale metrologiche

Con la nuova gamma Surfcom Touch, Accretech propone cinque nuovi rugosimetri compatti con una risoluzione pari a 0,1 nanometri. Il ciclo completo di misurazione – dalla calibrazione del sistema di tastatura sino alla stampa dei dati di misurazione – è stato concepito all’insegna della semplicità e della sicurezza.

di Francesca Fiore

Accretech è un brand globale di Tokyo Seimitsu Group, azienda fondata a Tokyo nel 1949 e oggi uno dei principali player mondiali nel settore degli strumenti di misura industriali. Il nome Accretech è composto da “Accrete” che significa “crescere insieme” e Tech che sta per “tecnologia”, che esprime – in una sola parola – la filosofia aziendale: crescere insieme ai propri partner e ai propri clienti mettendo in comune tecnologia, conoscenza e informazioni per creare prodotti dall’alto profilo qualitativo e prestazionale. L’azienda opera sul mercato europeo dal 1989, sviluppando in questi anni una rete capillare di vendita e assistenza. Le soluzioni per la metrologia di Accretech sono impiegate soprattutto nell’industria automobilistica, nell’ingegneria medica, nel settore aeronautico, nell’ingegneria meccanica e nelle officine, sia nelle sale metrologiche sia sui nastri trasportatori degli stabilimenti di produzione in serie. In Italia, Accretech ha una filiale a Milano mentre la sede centrale europea è a Monaco di Baviera. Core business di Accretech è la produzione di sistemi di misurazione tattili nel campo nanometrico. Il suo reparto ricerca & sviluppo è dotato di una struttura internazionale che si avvale di esperti del settore e di tecnologie innovative per soddisfare i diversi bisogni delle imprese in merito a efficienza energetica, competitività, sicurezza, precisione e controllo dei costi.

Semplicità, precisione e flessibilità
Con la nuova gamma Surfcom Touch, Accretech propone cinque nuovi rugosimetri compatti con una risoluzione pari a 0,1 nanometri. Impiegati soprattutto dalle imprese di piccole e medie dimensioni, Surfcom Touch si distinguono per la semplicità di utilizzo, la precisione e la flessibilità di impiego. Queste caratteristiche rendono tali strumenti adatti a soddisfare le più diverse esigenze, dalle officine sino alle sale metrologiche.
Per lo sviluppo della nuova gamma di rugosimetri Surfcom Touch, Accretech ha scelto di aumentare ulteriormente la facilità di utilizzo di questi sistemi: in quest’ottica Accretech ha sviluppato un’unità di valutazione unica nel suo genere, dotata di un ampio display touch a colori da 7 pollici, che può essere utilizzata con i vari modelli della serie. Il ciclo completo di misurazione – dalla calibrazione del sistema di tastatura sino alla stampa dei dati di misurazione – è stato concepito all’insegna della semplicità e della sicurezza; oltre alla calibrazione della sonda è infatti possibile controllare l’usura della punta di tastatura. In modalità di calibrazione, questa operazione viene eseguita con una funzione chiamata “controllo stilo”. È possibile quindi memorizzare le condizioni di misurazione, i parametri e gli ulteriori valori di impostazione per il pezzo da sottoporre a misurazione, e ripristinarli in qualsiasi momento.
Al termine di ogni ciclo di misura, l’utente è in grado di visualizzare sul display a colori la curva di rugosità o del profilo: a seconda dei parametri preimpostati, i risultati vengono immediatamente classificati con I.O. (“Regolare”) oppure N.I.O. (“Non regolare”). I risultati e le condizioni di misura possono inoltre essere automaticamente memorizzati e inviati al software per effettuare una valutazione – come Accretech Support Ware II – oppure ai fini statistici.

Cinque modelli per diverse applicazioni
La gamma Surfcom Touch si compone di cinque modelli (Surfcom Touch 35/40/45, Surfcom Touch 50 e Surfcom Touch 550) in grado di soddisfare le più diverse esigenze di misurazione.
Nello specifico, i sistemi portatili Surfcom Touch 35/40/45 – di ridotte dimensioni e dotati di tecnologia a pattino – sono indicati per eseguire misure nell’ambito della linea di produzione: possono essere facilmente spostati in svariate stazioni di misura, insieme alla batteria e alla stampante integrate. La flessibilità di questo sistema portatile permette di sostituire con semplicità i vari tastatori di misura, oltre che adattare l’unità sia a stativi magnetici sia ad altri tipi di supporto.
Surfcom Touch 50 trova applicazione in ambito produttivo così come in sala metrologica. Si contraddistingue per l‘elevata precisione: la risoluzione può arrivare fino a 0,0001 µm, mentre l’area di misurazione Z massima arriva fino a 1.000 µm (2.000 µm in caso di braccio di tastatura con lunghezza doppia), con una precisione di azionamento dell’asse X di 0,3 µm e una lunghezza di misurazione fino a 50 mm.
L’ampio range di misura permette di rilevare la rugosità non solo su superfici piane, ma anche su raggi o piani inclinati senza la necessità di orientare il pezzo con procedure lunghe e onerose. Anche fori di dimensioni infinitesimali o posizioni profonde e scomode possono essere misurate correttamente sfruttando l’ampia gamma di bracci di tastatura, che possono essere sostituiti in modo rapido e semplice grazie a un sistema dotato di morsetto a molla.
Il modello top di gamma della linea Surfcom Touch è rappresentato da Surfcom Touch 550. Questo sistema semiautomatico di misurazione della rugosità con controllo automatico degli assi Z e X garantisce gli stessi parametri di precisione del sistema Surfcom Touch 50. Per avviare il programma di misura è sufficiente premere un pulsante, il pezzo viene portato in posizione e dopo il contatto viene eseguita la misurazione. Successivamente, il sistema di tastatura si allontana di nuovo dal pezzo e analizza la misura. Il tutto avviene in modo automatico.
Surfcom Touch 550 è configurabile sulla base delle esigenze del cliente. A secondo delle richieste, è possibile adattare in maniera variabile una colonna Z, una piastra in granito e l’avanzamento.
I modelli della gamma Surfcom Touch supportano tutti gli standard di qualità riconosciuti a livello internazionale, come DIN/ISO, JIS, ASME, CNOMO oltre che tutti i più comuni parametri superficiali.