Un nuovo record grazie alle soluzioni di simulazione

Con il prototipo ID.R, progettato utilizzando le soluzioni di simulazione Ansys, Volkswagen Motorsport ha scolpito il suo nome nella storia dell’automobilismo frantumando il record per veicoli elettrici sull’anello nord del Nürburgring. Con un tempo finale di 6.05.336 minuti, il pilota francese Romain Dumas ha portato al limite le batterie dell’ID.R su un circuito impegnativo come quello tedesco, dimostrando i livelli raggiunti dalla casa tedesca in termini di efficienza energetica.

Per battere il record Volkswagen Motorsports ha dovuto affrontare una formidabile sfida tecnologica. L’anello nord del Nürburgring è infatti considerato dalla comunità internazionale dell’automobilismo sportivo il circuito più impegnativo del mondo. Le strette curve e i saliscendi che costellano i 20.832 m del circuito impongono accelerazioni e frenate estreme, causa di fluttuazioni termiche che potevano mettere a dura prova le batterie dell’auto, creando differenze di temperatura che avrebbero potuto portare allo spegnimento. Altrettanto impegnativi i diversi tratti percorsi alla massima velocità, sia per le batterie sia per la gestione della temperatura.

Per superare questi ostacoli gli ingegneri di Volkswagen Motorsports hanno utilizzato Ansys Fluids per valutare l’efficienza di diversi nuovi dispositivi di raffreddamento delle batterie che non compromettessero l’aerodinamica del veicolo. Gli ingegneri hanno inoltre utilizzato la tecnologia Ansys per creare un gemello digitale in grado di replicare virtualmente le performance dell’auto in quel circuito, arrivando a dimostrare che le batterie avrebbero potuto svolgere il loro compito e muovere il mezzo per il tempo necessario. Grazie alle soluzioni di simulazione Ansys gli ingegneri hanno potuto eliminare il lungo e costoso processo di “trial and error” tipico di un prototipo fisico.