Lavorare pezzi in HRSA, titanio e materiali compositi

Sandvik Coromant presenta due nuove punte in metallo duro integrale pensate per migliorare costanza e prestazioni nelle operazioni di foratura di pezzi in materiali aerospaziali complessi, quali le superleghe resistenti al calore (HRSA), le leghe di titanio e i materiali compositi.

La nuova punta CoroDrill 860 in metallo duro integrale con geometria -SM è stata sviluppata per offrire una solida sicurezza del processo, elevata integrità dei fori e lunga durata utensile, divenendo così la scelta più indicata per il mantenimento della qualità nell’esecuzione di fori in materiali ISO S quali HRSA, tra cui figurano Inconel, Waspalloy, Hastelloy e Udimet.

La linea di punte CoroDrill 860 in metallo duro integrale con geometria -SM presenta inoltre una nuova qualità, 1210, con un nuovo rivestimento progettato per garantire una maggiore riduzione dell’usura dei fianchi. Ne consegue un bordo del tagliente omogeneo e affidabile, che assicura a sua volta alta precisione dimensionale e una migliore tolleranza del foro finito.

Tra le principali applicazioni aerospaziali in cui le punte CoroDrill 860 in metallo duro integrale con geometria -SM dimostrano un grande vantaggio vi sono mozzi e boss, “smerli”/piani di flange su casse, oltre ad altri elementi sui dischi a turbina ad alta e bassa pressione e blisk. L’assortimento, che presenta la capacità di passaggio interno del refrigerante, si estende da 2xD a 5xD, con diametri da 3 a 16 mm.

Un’altra novità riguarda la punta CoroDrill 863 in metallo duro integrale con geometria -O, una soluzione ottimizzata per i particolari dell’industria aerospaziale. Il substrato, che offre una lunga durata dell’utensile ed elevata integrità del foro, si basa su una nuova qualità, O1AD, che migliora la resistenza all’usura. Il prodotto comprende un elevato angolo di spoglia assiale per una minore delaminazione nella CFRP (plastica rinforzata in fibra di carbonio) unidirezionale.