Una maschera riadattata a respiratore

La società Mares, nota per i suoi prodotti per il mondo della subacquea, si aggiunge alla staffetta solidale inaugurata grazie all’intuizione del dottor Renato Favero, ex primario dell’Ospedale di Gardone Valtrompia, che con Cristian Fracassi di Isinnova ha dato il via alla progettazione e produzione mediante la stampa 3D di un collettore per trasformare maschere da snorkeling in respiratori.

Da qui nasce una collaborazione spontanea con TS Nuovamacut impresa del Gruppo TeamSystem che si occupa della distribuzione di software CAD e stampanti 3D. La condivisione degli aspetti tecnici, uno scambio veloce e chiaro delle informazioni, hanno consentito di coinvolgere un altro collega, Marco Martelli, Responsabile dell’area Additive Manufacturing di TS Nuovamacut che ha allertato Max Malavoltidi Mira Meccanica – azienda cliente – che in tempi molto rapidi si è resa disponibile a produrre con una stampante industriale HP, 20 collettori funzionali.

500 maschere verranno fornitea diversi ospedali tra i quali Savona, Bergamo, Crema, Erba e Imola e sono in produzione, grazie al coinvolgimento di altre aziende del territorio, oltre 1.000 collettori che saranno disponibili in pochi giorni.