Il vincitore del Grand Prix des Exposants 2020

Nonostante l’annullamento dell’edizione 2020 del Salone EPHJ a causa della pandemia, il tradizionale Grand Prix des Exposants ha potuto svolgersi normalmente grazie alle numerose innovazioni ricevute dalla giuria per una prima selezione. Quest’anno, il voto degli espositori ha premiato l’innovazione dell’azienda H2i di Neuchâtel al servizio della precisione orologiera.

La giuria del Grand Prix des Exposants EPHJ – composta da esperti tra i quali figuravano in particolare Pierre Amstutz, Direttore della Scuola di orologeria di Ginevra, il Prof. Dott. Eric Rosset della HES-SO e Alexandre Catton, Direttore del Salone EPHJ – ha selezionato cinque proposte tra le decine di innovazioni ricevute per questa edizione 2020: Fischer Connectors SA, Norimat, Meyrat SA, Tornos SA e H2i. I cinque finalisti sono stati poi sottoposti al voto degli espositori.

Un reale progresso tecnologico

Al termine della votazione tra professionisti dell’alta precisione è risultata vincitrice l’Accuracy Motion della società H2idi Neuchâtel. Un successo meritato, che ricompensa un reale progresso tecnologico nel testare e regolare la precisione cronometrica dei movimenti meccanici. La giuria del Grand Prix des Exposants ha osservato infatti che l’Accuracy Motionrivoluziona i test e la regolazione della precisione cronometrica dei movimenti meccanici in 32.400 posizioni dell’orologio nello spazio, mentre finora ci si limitava a 6 posizioni di misura. Grazie a una regolazione diretta con piattaforma inerziale e ingranaggi a onda di deformazione, il prodotto è più vicino alla tecnologia aerospaziale che all’industria standard. L’appuntamento con il Salone EPHJ è fissato per il 2021, al Palexpo di Ginevra, dall’8 all’11 giugno.